Venerdì, 19 Maggio 2017

“Il nonno, il nipote e l’albero”. Iniziativa di BioLogiche Marche alla Casa dell’olio e della biodiversità

L’associazione BioLogiche Marche, che ha in gestione la Casa dell’Olio e della Biodiversità del comune di Maiolati Spontini, propone un progetto intergenerazionale legato alla natura e in particolare all’albero, come portavoce e testimone del ciclo della vita.

L’iniziativa, realizzata in collaborazione con la psicoterapeuta Manola Manoni, è stata già sperimentata con successo all’inizio di marzo e potrà essere ripetuta anche nel prossimo futuro.
Si chiama “Il nonno, il nipote e l’albero” e si tratta di una giornata all’aria aperta, alla scoperta del mondo vegetale e delle relazioni che ci legano. L’appuntamento, quindi, è per domenica 21 maggio, dalle ore 10 alle ore 14, nella sede della Casa dell’olio e della biodiversità, Sulla strada Provinciale 11 Dei Castelli poco prima del capoluogo arrivando da Monte Roberto.
L’attività è rivolta ai bambini dagli 8 agli 11 anni e ai loro nonni, accompagnati dai genitori. “Il nonno/la nonna e il/la nipote esprimono i significati e contenuti nascosti della loro relazione attraverso la presenza dell’albero – spiegano gli organizzatori – che viene scelto come testimone duratura delle virtù e delle qualità che il nonno/la nonna trasmettono al/alla nipote. Sarà un modo per scoprire l’essenza di una relazione così preziosa come quella tra nonno e nipote attraverso ciò che il mondo vegetale ci comunica”. Sarà un’attività all’aperto, nell’area verde dell’oasi naturalistica, con pic-nic finale sotto gli alberi in cui ognuno porterà qualcosa da mangiare e condividere insieme.
Per partecipare occorre prenotare al numero 3391386355 o inviare una mail a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. entro il 19 maggio. L’attività è rivolta si soci di Biologiche Marche, la cui quota associativa annuale è pari ad 20 euro e le cui finalità possono sintetizzarsi nella diffusione della cultura biologica indispensabile per la tutela della salute dell’uomo, dell’ambiente e della valorizzazione del nostro territorio (maggiori informazioni si possono trovare su www.biologichemarche.it). In aggiunta alla quaota associativa è richiesto un contributo di 5 euro per la realizzazione di questa specifica attività.
L’abitazione sistemata e diventata sede della Casa dell’olio e della biodiversità era una proprietà delle Opere Pie fondate dal grande musicista Gaspare Spontini. Dopo l’intervento di recupero, a piano terra sono stati ricavati locali dedicati all’olio e al suo ciclo di produzione con un mini frantoio oleario a scopo didattico e sperimentale, fotografie e pannelli di presentazione del territorio. Al primo piano è stato progettato un open space polifunzionale, capace di accogliere esposizioni e mostre temporanee, conferenze e corsi. All'esterno c’è un’area con tavoli e panchine e una vista mozzafiato della valle tra Maiolati Spontini e Cupramontana. Attorno gli oliveti del Centro Sperimentale per la Valorizzazione dell'Olivicoltura Marchigiana che si estendono su un’area di circa 40 mila metri quadrati, piantumata con più di mille ulivi e altre specie arboree della biodiversità locale.

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.