Mercoledì, 24 Maggio 2017

Protezione civile, sesta giornata “Prevenzione e Sicurezza”

La Protezione civile dell’Unione dei Comuni della Media Vallesina organizza, con il patrocinio del Dipartimento regionale della Protezione civile, la sesta giornata della “Prevenzione e sicurezza”, in programma sabato 27 maggio, dalle ore 8 alle 13, nello splendido contesto dei giardini di Villa Salvati, a Pianello Vallesina.

Una giornata didattica di incontro e confronto che vedrà impegnati oltre 160 volontari da tutta la provincia di Ancona, insieme agli 80 dell’Unione dei Comuni, e 550 studenti delle scuole primarie e secondarie dell’Istituto comprensivo “Beniamino Gigli”, che oltre Monte Roberto comprende anche San Paolo di Jesi, uno dei sei comuni dell’Unione della Media Vallesina. Alunni che hanno seguito in classe, nel corso dell’anno scolastico, le informative del progetto dal titolo “Scuole sicure”. La giornata, infatti, rappresenta il coronamento di un percorso di formazione didattica ideato sette anni fa dall’attuale coordinatore del gruppo di Protezione civile dell’Unione dei Comuni Lorenzo Mazzieri e da Alessio Avaltroni, che coordina la squadra specializzata di volontari che va nelle scuole per diffondere la cultura della prevenzione fra i ragazzi.
A dare vita alla giornata “Prevenzione e sicurezza” di sabato saranno i Corpi che fanno parte del Sistema di Protezione civile, ossia l’Aeronautica militare, con la presenza dei piloti elicotteristi e di aerei, la Capitaneria di Porto, i Carabinieri, anche con il gruppo speciale dei Ris, i Carabinieri Forestali, la Croce Rossa militare, la Guardia di Finanza, la Polizia di Stato e la Polizia stradale, la Polizia locale, il Soccorso Alpino speleologico, i volontari di Croce Rossa italiana, il nucleo CB-OM di Jesi e le Unità cinofile da soccorso, insieme con la Protezione civile della Regione Marche.
Un imponente schieramento non solo di uomini ma anche di mezzi, fra cui quelli speciali delle varie forze che si adoperano a livello regionale nel campo della prevenzione e della sicurezza. Saranno eseguite dimostrazioni ed esercitazioni in emergenza simulata alla presenza di autorità nazionali, regionali e locale, e dei dirigenti e funzionari del Dipartimento di Protezione civile nazionale e della Regione Marche. Tutta la cittadinanza è invitata a partecipare.
“Si tratta di un appuntamento fisso – spiega il presidente dell’Unione Umberto Domizioli – che in questi sei anni è cresciuto come partecipazione e coinvolgimento sia dei giovani delle scuole che dei Corpi e dei volontari del soccorso. Una giornata vissuta con entusiasmo dagli alunni, che hanno l’opportunità di conoscere da vicino come funzionano e come operano realtà importanti del nostro territorio, ma anche dagli stessi volontari, che si mettono a disposizione dei ragazzi e dei tanti cittadini che prendono parte all’evento”.
“Ringrazio tutte le forze civili e militari e tutti i volontari – dice il coordinatore del gruppo di Protezione civile dell’Unione dei Comuni Lorenzo Mazzieri – che partecipano e rendono possibile questa manifestazione con un grande impegno di uomini e di mezzi, ma anche con una passione che rappresenta per noi lo stimolo a ripartire per lavorare all’edizione successiva. Ringrazio, inoltre, i volontari che hanno operato all'interno delle scuole da settembre a marzo, coordinati dall’ingegnere Alessio Avaltroni”.
Nella giornata di sabato gli studenti potranno seguire le spiegazioni direttamente dagli operatori dei vari corpi militari e civili che operano sul nostro territorio e che illustreranno il loro operato e i mezzi utilizzati in condizioni ordinarie e straordinarie. A ciascun Corpo, arma o ente sarà assegnato uno spazio dove posizionare i mezzi e confrontarsi al meglio con gli alunni, divisi in gruppi omogenei per fascia di età.
Tante le autorità che saranno presenti alla manifestazione, fra cui il vice capo dipartimento della Protezione civile nazionale Angelo Borrelli, il responsabile delle comunicazioni istituzionali fra il Dipartimento nazionale di Protezione Civile e le regioni d'Italia Roberto Oreficini e il nuovo capo dipartimento della Protezione civile regionale David Piccinini. Interverrà anche un rappresentate del Ministero dell’Istruzione.

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.