Mercoledì, 06 Settembre 2017

Il clou degli eventi nel fine settimana (fino al 10 settembre). Sabato torna la fiera per la festa del patrono

Piazza Kennedy gremita di pubblico per la rassegna organizzata dalla Polisportiva “Lorella” in collaborazione con l’Amministrazione comunale.

Parliamo della 37esima edizione della “Festa della pallavolo”, iniziata nella piazza centrale della cittadina di Moie a fine agosto e in programma fino a domenica 10 settembre. Appuntamenti tutti molto partecipati, quello che si sono già svolti, mentre c’è attesa per gli ultimi spettacoli, come il concerto di Anchise Bolchi, il violinista che accompagna Ligabue nei suoi tour (sabato 9 settembre alle 21 e 30).
Inoltre il Comune organizza la tradizionale fiera, per la festa del patrono Santa Maria dell’8 settembre, nella giornata di sabato 9: una fiera che vanta una tradizione ultracentenaria. E anche quest’anno saranno tanti gli espositori che arriveranno da tutto il centro Italia e non solo. Le vie della popolosa frazione - via Manzoni, via Trieste e via Cavour fino all’incrocio con via Papa Giovanni XXIII - dalle 7 e 30 fino alle 20 saranno occupate da 150 posteggi per gli ambulanti, a cui si aggiungono una decina di spazi per gli espositori, con merci fra le più varie, dai fiori, agli uccelli, fino agli accessori per casa. Bancarelle che attirano, ogni anno, migliaia di persone.
Un periodo dell’anno, quindi, molto intenso per Moie. In piazza Kennedy, intanto, la Festa della pallavolo propone per giovedì 7 settembre, alle ore 21, uno spettacolo di hip hop all’interno del quale ci sarà la presentazione della squadra di serie B1 e dell’attività giovanile della Polisportiva.
Venerdì 8 settembre, alle ore 21 e 30, la parrocchia Santa Maria delle Moie presenta “Il Centurione”, una pièce teatrale di Vittorio Saccinto con canzoni in italiano tratte dal musical Jesus Christur Superstar.
Sabato 9 settembre, quindi, a catturare il pubblico sarà la musica di Anchise Bolchi e della “The next stop band”, formatasi nel 2004. È un gruppo di stampo rock irish e country composta da cinque elementi: oltre a Bolchi, al violino, ci sono Vittorio Alfieri (basso), Daniele Zoncheddu (chitarra), Luca Annunziata (voce e chitarra acustica) e Massimo Ferroni (batteria). La band propone brani che spaziano dalla musica rock irlandese alla nuova generazione di country rock in cui si apprezzano l’energia delle strutture vocali e le sonorità elettro-acustiche.
Domenica 10 settembre a chiudere la rassegna saranno un’esibizione di pizzica e danze del sud Italia, con la Compagnia del Solstizio Mediterraneo (ore 20 e 45) e lo spettacolo “Il Gobbo di Notre Dame” (ore 21) del Centro studi danza “Gaspare Spontini”.
Uno dei punti forti della rassegna è sicuramente la buona cucina. Ci sono serate a tema e piatti della tradizione marchigiana che attirano estimatori da tutta la Vallesina e oltre.

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.