Giovedì, 14 Settembre 2017

Università degli adulti, dal 18 settembre si aprono le iscrizioni per il tredicesimo anno accademico

Riparte la macchina organizzativa dell’Università degli adulti della Media Vallesina.

Un impegno, quello del direttivo e del presidente dell’ateneo Riccardo Ceccarelli per la preparazione delle nuove proposte didattiche e per l’organizzazione dei corsi, che in realtà è proseguito sempre, da subito dopo la chiusura delle lezioni di maggio. Una realtà articolata e stimolante, l’università degli adulti, che ha alle spalle ben dodici anni di attività. Rappresenta uno dei servizi attivati in questi anni dall’Unione dei Comuni, diventato un punto di riferimento culturale per l’intera Vallesina, capace di avvicinare al mondo del sapere centinaia di persone, attraverso percorsi che spaziano dalla letteratura alla medicina, dalla storia alle lingue, dall’informatica all’astronomia, fino alla danza e alla fotografia.
Il via al nuovo anno accademico è segnato dall’apertura delle iscrizioni, da lunedì 18 settembre. I volontari saranno a disposizione dei cittadini per le iscrizioni presso la segreteria dell’Università, al Centro comunale 6001 di via Carducci, al civico 29, a Moie. Lo sportello per raccogliere le adesioni sarà aperto (fino al 7 ottobre) ogni lunedì e mercoledì (dalle ore 16,30 alle 18,30) e sabato (dalle 9,30 alle 11,30). Si possono contattare i referenti dell’Università anche per mail all’indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..
La cerimonia di inaugurazione dell’anno accademico 2017/18 è fissata per domenica 8 ottobre, alle ore 17, alla biblioteca La Fornace di Moie, Sarà possibile iscriversi anche quel giorno o all’avvio dei singoli corsi, che partiranno già da lunedì 9 ottobre.
Ogni anno accademico ha un filo conduttore. Un tema tenuto presente, anche se non in maniera stringente, da tutti i docenti. Quello di quest’anno si intitola “Percorsi e incontri" e avrà come focus la storia della nostra regione, le Marche. e l’incontro con le figure più note e meno note che ne hanno segnato lo sviluppo culturale.

“L'Università degli adulti è uno dei servizi più apprezzati dell’Unione dei Comuni della Media Vallesina – sottolinea il presidente dell’Unione Umberto Domizioli -. L’offerta formativa del nuovo anno accademico, il 13esimo, con i suoi corsi, i vari laboratori e le altre attività, si dimostra all’altezza del valore dell’Università e della sua tradizione culturale. Sono ben dieci le aree tematiche, numerose le attività di laboratorio linguistico, di informatica, di italiano per stranieri. tante le occasioni escursionistiche e di conoscenza delle località marchigiane di sicuro interesse. Perché proprio la storia delle Marche sarà uno dei temi affrontati con maggiore ampiezza. La ‘scoperta’ della nostra terra e di quanti l'hanno resa significativamente importante nella storia culturale della nazione, non solo ci deve onorare ma renderci sempre più curiosi in questi nostri ‘Percorsi e incontri’. Ai docenti e agli iscritti l'augurio di un anno ricco di soddisfazioni, mentre il grazie più sincero intendo rivolgerlo a quanti, Consiglio Direttivo, Segreteria e Comitato Didattico, volontariamente si impegnano a rendere efficiente la nostra Università”.
Il presidente dell’Università Ceccarelli anticipa alcune novità, suggerite dagli stessi iscritti. “Le lezioni in aula saranno concentrate in due giorni, il lunedì e il venerdì, e ci sarà un giorno, il mercoledì – spiega Ceccarelli – dedicato ad attività aggiuntive e complementari come la proiezione di film, la presentazione di libri, i dibattiti culturali a più voci, l'approfondimento di qualche argomento di attualità, segnalato magari dagli iscritti, come segno di coinvolgimento alla vita e funzione della stessa università”. Spiega, inoltre, come l'attenzione sulle Marche “non esaurirà la gamma degli argomenti che avranno una collocazione e una sufficiente trattazione proprio per renderci conto che non ci sono limiti alla curiosità e al desiderio di conoscenza. Un grazie sincero a tutti i docenti che ci stimoleranno in questo percorso, al Comitato Didattico che con il professor Cesare Bellini ha predisposto il programma, e al Consiglio Direttivo che ne ha seguito il lavoro la mia gratitudine. A tutti gli iscritti l'augurio di anno accademico appagante desideri di sapere e curiosità culturali”.
Collaboreranno anche quest’anno con l’Università degli adulti una settantina di docenti, tutti volontari.

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.