Giovedì, 19 Ottobre 2017

“La cura della persona anziana nel nuovo millennio”. Convegno al Teatro Spontini

Maiolati Spontini vivrà una giornata, venerdì 20 ottobre, al Teatro comunale, interamente dedicata al tema della cura della persona anziana, sia con un convegno, che guarda alla terza età “Nel nuovo millennio”, sia con il taglio del nastro di nuovi appartamenti, realizzati nel capoluogo collinare dalla Fondazione Spontini, di cui il Comune è socio fondatore, nell’ambito del progetto “Come a casa tua”.

L’inaugurazione della nuova Comunità alloggio, una cosiddetta residenza leggera, sarà preceduta dal convegno, organizzato sempre dalla Fondazione Spontini, accreditato per l’Educazione continua in medicina, sul tema della cura dell'anziano oggi e domani. Al centro dell’incontro ci sarà proprio la nuova struttura, denominata “Come a casa tua”, che vuole proporsi come soluzione innovativa per la gestione dell'anziano attivo, che necessità, cioè, di soggiornare in un ambiente sicuro e controllato senza limitare la propria autonomia e indipendenza. “Sono stati realizzati, a tale scopo, degli appartamenti – spiega il presidente della Fondazione Spontini, che gestisce la Casa di riposo del capoluogo, Paolo Perticaroli – situati all'interno del centro storico di Maiolati Spontini, di recentissima ristrutturazione, arredati con gusto e con ogni comfort, privi di barriere architettoniche, dotati di nuove apparecchiature di domotica che permetteranno agli ospiti di vivere in un ambiente controllato e sicuro senza limitare la propria autonomia”. La Comunità alloggio sarà operativa già dal 21 ottobre, con tre mini appartamenti che possono ospitare fino a due persone ciascuno.
“Il progetto si inserisce all’interno di un percorso – spiega sempre Perticaroli – denominato ‘Sulle note della vita’. Il progetto ‘Come a casa tua’ è il primo step. È nostra intenzione, in prospettiva, esportare i servizi attivati tramite la domotica a domicilio, per gli abitanti del comune di Maiolati Spontini. Il percorso è innovativo soprattutto perché mette al centro l'anziano attivo”.
L'istallazione delle apparecchiature all'interno degli appartamenti sono frutto della collaborazione e dell'esperienza dell'INRCA, incrociata con la professionalità della ditta Dago, che da anni è presente nel territorio.
“Proponiamo un nuovo modo di vivere – spiega il presidente della Fondazione Pergolesi Spontini – che permette di non avere più pensieri derivanti dalla gestione completa della casa come il pagamento delle bollette o l’organizzazione delle manutenzioni. Attraverso il collegamento con la struttura principale, operante come Casa di Riposo e Residenza protetta già dal 1890, è possibile richiedere servizi aggiuntivi, quali pasti, assistenza socio sanitaria, lavanderia indumenti personali, tutti a richiesta e al bisogno. La residenza leggera è una soluzione nuova che permetterà all'ospite di occupare il proprio tempo solo alla cura di sé e del proprio benessere. Attraverso le diverse proposte di attività occupazionali, gli ospiti potranno continuare a mantenere attivi i propri interessi e non limitare la propria socializzazione”.
Per la realtà di Maiolati Spontini “l’inaugurazione della nuova struttura – osserva il sindaco Umberto Domizioli – ricavata nell’ex Casa delle Fanciulle, posta nel caratteristico centro storico di Maiolati Spontini, è un momento fondamentale non solo per la vita della Fondazione Spontini, ma anche per tutta la comunità di Maiolati Spontini e dei paesi limitrofi”.
Il convegno al Teatro Spontini sarà aperto, alle ore 14 e 50, dai saluti del presidente della Fondazione Perticaroli, dal direttore scientifico dell’INRCA Fabrizia Lattanzio, dal direttore dell’Area Vasta 2 Maurizio Bevilacqua e dal direttore scientifico del convegno Giordano Grilli. La prima sessione dei lavori di concluderà alle 17 e 20 con la presentazione del progetto “Come a casa tua”. Al termine della seconda sessione, dedicata al tema “La residenzialità nelle Marche: presente e futuro”, ci sarà, alle ore 19, il taglio del nastro dei nuovi appartamenti, alla presenza del sindaco Domizioli e del presidente del Consiglio regionale delle Marche Antonio Mastrovincenzo.

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.